Sportello Handicap - Numero Verde 800-410960

  • Lettera A Piccola
  • Lettera A Media
  • Lettera A Grande
  • Icona Schermo Alto contrasto
  • Icona Schermo Grafico
Sportello Handicap - Il Futuro Ŕ Passato qui
  Mostra la mappa

Legge 20 febbraio 2006, n. 95




Legge 20 febbraio 2006, n. 95

 "Nuova disciplina in favore dei minorati auditivi"

Art. 1.1. In tutte le disposizioni legislative vigenti, il termine «sordomuto» è sostituito con l'espressione «sordo».2. Il secondo comma dell'articolo 1 della legge 26 maggio 1970, n. 381, è sostituito dal seguente:«Agli effetti della presente legge si considera sordo il minorato sensoriale dell'udito affetto da sordità congenita o acquisita durante l'età evolutiva che gli abbia compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato, purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio».3. Al primo comma dell'articolo 3 della legge 26 maggio 1970, n. 381, le parole: «L'accertamento del sordomutismo» sono sostituite dalle seguenti: «L'accertamento della condizione di sordo come definita dal secondo comma dell'articolo 1».

 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma T (+39) 06 49911 CF 80209930587 PI 02133771002